XXXII Domenica del tempo ordinario.

Non è difficile trovare nella risurrezione il tema unificante di questa domenica.
Si tratta della fede cristiana perché come ricorda Paolo: “…….… se Cristo non è risorto, vuota allora è la nostra predicazione, vuota anche la vostra fede.” (1 Cor, 15,14).
La Parola di Dio inoltre ci invita a riflettere sulla rilevanza di questo mistero nella nostra vita: in quale misura la fede nella risurrezione determina il nostro agire nella storia come vivere da “risorti”?
La prima lettura ci offre la risposta di sette fratelli: per la fede nella risurrezione affrontano persecuzione e martirio. (2Mac 7,1-2.9,14)
Il Vangelo ci ricorda che il nostro Dio è il Dio dei vivi, non dei morti. Rimanere in relazione con Lui significa essere figli di Dio. (Lc 20,27-38)
La seconda lettura ci conduce alla radice della fede nella risurrezione: la fedeltà di Dio. Una fedeltà che non verrà mai meno perché Dio è fedele a se stesso. (Ts 2,16-3,5)



Visualizzazioni: 1.431

Articoli correlati

ANNUNCIO DI NATALE

ANNUNCIO DI NATALE

Gesù Cristo, Dio eterno e Figlio dell’eterno Padre.


Visualizzazioni: 45.873

QUARTA DOMENICA DI AVVENTO 2015

QUARTA DOMENICA DI AVVENTO 2015

Pace e prosperità da parte di Dio, attraverso un personaggio dalle origini umili.


Visualizzazioni: 58.634