Vangelo di giovedì 30 maggio 2013.

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Marco 10,46-52.

E giunsero a Gerico. E mentre partiva da Gerico insieme ai discepoli e a molta folla, il figlio di Timèo, Bartimèo, cieco, sedeva lungo la strada a mendicare.
Costui, al sentire che c’era Gesù Nazareno, cominciò a gridare e a dire: «Figlio di Davide, Gesù, abbi pietà di me!».
Molti lo sgridavano per farlo tacere, ma egli gridava più forte: «Figlio di Davide, abbi pietà di me!».
Allora Gesù si fermò e disse: «Chiamatelo!». E chiamarono il cieco dicendogli: «Coraggio! Alzati, ti chiama!».
Egli, gettato via il mantello, balzò in piedi e venne da Gesù.
Allora Gesù gli disse: «Che vuoi che io ti faccia?». E il cieco a lui: «Rabbunì, che io riabbia la vista!».
E Gesù gli disse: «Và, la tua fede ti ha salvato». E subito riacquistò la vista e prese a seguirlo per la strada.



Visualizzazioni: 1.434

Articoli correlati

Festa delle Palme 2018

Festa delle Palme 2018

Sabato 24 e domenica 25 marzo.


Visualizzazioni: 207.781

Vangelo di domenica 15 Gennaio 2017

Vangelo di domenica 15 Gennaio 2017

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Giovanni 1,29-34.


Visualizzazioni: 419.768